29 novembre 2013

[Millennio di fuoco 01] Seija - Cecilia Randall

Questa sera vi parlo della mia ultima piacevole lettura: Seija di Cecilia Randall. Sul sito web dell'autrice italiana famosissima per la trilogia Hyperversum e Gens Arcana (potete trovare la mia recensione qui) nella sezione contatti e faq dice che Seija fa parte di un dittico con il successivo libro Raivo che uscirà probabilmente il prossimo anno e può essere chiamato anche Millennio di fuoco così come dal titolo in pubblicazione. La casa editrice è la Mondadori che ha già pubblicato lo scorso volume della Randall ed è uscito il 15 ottobre 2013 nelle librerie. Il 16 settembre 2014 è stato pubblicato il secondo volume, Raivo, di cui trovate la mia recensione qui.
La copertina è molto bella e ha sicuramente attirato la mia attenzione. Mostra in primo piano il titolo del dittico e in piccolo il nome di questo volume. Sullo sfondo l'immagine di una guerriera bellissima e bionda completa di armatura scintillante è senza dubbio Seija. Complimenti al grafico per la realizzazione della copertina perchè credo che richiami benissimo lo spirito combattivo di Seija, bellissima ma letale. Le trecce ingentilite dai nastri rossi alla maniera del suo popolo e la spada completano la sua figura che la luce illumina e rende splendente. L'unico appunto che posso fare è che, personalmente, avrei dato più rilevanza al nome della guerriera e dell'autrice piuttosto che al titolo generico dei due volumi.

Trama. L'Europa nel 1999 vive in un perenne Medioevo. Esiste ancora il Sacro Romano Impero (più o meno quello), lo Stato Pontificio, l'Italia divisa in staterelli indipendenti. Mille anni prima l'invasione di creature chiamate vaivar ha bloccato il progresso e fatto piombare l'Europa centrale in una sanguinosa guerra. Seija è una guerriera, sorella del capoclan ed erede del popolo nomade saahavi. I popoli del centro stanno fronteggiando la terribile invasione dei vaivar e del loro più temibile stratega, il Traditore dalla Mano Insanguinata, umano trasformato dalla regina vaivar in persona. Quanto Seija si trova davanti il Traditore lui esita prima di ucciderla e inizia a braccarla come una preda. Cosa spinge Raivo a trascurare tutto solo per averla?

Come nel precedente Gens Arcana (di Hyperversum non sono sicura, non l'ho ancora letto) la Randall mescola sapientemente elementi di fantasia che sembrano reali con elementi storici. La popolazione nomade saahavi sembra essere uscita direttamente dall'Europa centrale, il fanatismo religioso e la questione con i pagani è propria dell'epoca del Medioevo e questi vaivar che sono un po' vampiri e un po' demoni richiamano le leggende di Dracula. C'è, quindi, molto in questo nuovo libro della Randall. Fantasia, realtà, demoni, vampiri, amore, maledizioni: ogni lettore può scegliere il suo tema preferito.

La protagonista del libro è Seija; suo fratello Ari è l'attuale capoclan del popolo saahavi erede del loro padre Arvo. Il popolo saahavi è nomade, costretto a spostarsi continuamente chiedendo ospitalità e cibo in cambio di ottimi guerrieri e le lame fiamme dei loro fabbri, le uniche in grado di uccidere un vaivar anche con un colpo non mortale. Seija è una guerriera, braccio destro e, nel caso il fratello morisse, erede al comando. Bellissima e letale dicevo prima ed in effetti è proprio così. La popolazione cristiana che combatte i vaivar malvede le donne guerriere soprattutto se sono pagane e Seija è entrambe le cose. Il suo popolo crede in diversi dei e nel Grande Tutto che li circonda, non ha un unico dio nè inferno o paradiso. L'ho trovato un bel personaggio, è tosta e determinata. La sua convinzione di combattere dalla parte giusta è incrollabile fino al momento in cui incontra Raivo e scopre la sua storia personale. Inizia, quindi, a chiedersi chi sono veramente i cattivi e fin dove ci si può spingere per vendetta. I dubbi iniziano a farsi strada ma sa perfettamente qual è il suo ruolo e che deve difendere il suo popolo ad ogni costo anche rischiando la propria vita. Mi è piaciuta molto perchè è sospesa tra il bene e il male e potrebbe in ogni momento decidere da che parte stare, anche dalla più inaspettata.
Anche Raivo mi è piaciuto molto. Temibile stratega e comandante di un esercito manvar al servizio della regina in origine era umano. Tre secoli fa era il generale più abile tra gli umani ma si è venduto al nemico. È stato trasformato in manvar dalla regina Ananta e ora combatte per lei. Subito ci si chiede il motivo per cui Raivo è passato dall'altra parte e verrà svelato durante la lettura del libro.

I vaivar sono personaggi interessanti. Sono creature antropomorfe, pallide, con braccia troppo lunghe, sottili, occhi spettrali e zanne appuntite. Sembrano essere dei vampiri perchè il loro morso trasforma gli umani in manvar però non sono immortali ma solo molto longevi, muoiono come gli umani e non c'è bisogno dell'argento per ucciderli. Sono apparsi a un certo punto nel 999 e da allora combattono per conquistare dei territori ma ancora non si sa nè perchè nè quale sia veramente la loro origine e il loro scopo. La loro regina Ananta sembra essere l'unica immortale con poteri superiori a tutti gli altri vaivar primigeni. Sono curiosa di sapere nel prossimo libro se ci saranno ulteriori dettagli.

La narrazione è quasi sempre in terza persona al passato dal punto di vista di Seija e Raivo in modo da conoscere bene entrambi mentre alcuni stralci al presente sono i ricordi di Raivo. I dialoghi sono ben costruiti e verosimili, le descrizioni dei personaggi e dei luoghi molto belle. Il linguaggio è semplice ma curato e la lettura è adatta ad un pubblico dai 13-14 anni in su per la violenza e le tematiche. Dopo aver letto il secondo volume devo rettificare l'età di lettura e alzarla a 15-16 anni. La violenza, però, non è mai gratuita e fine a se stessa ma serve solo per la narrazione. Il finale rimane in sospeso in attesa del secondo volume.

Direi che Seija è decisamente approvato e aspetto con ansia il seguito perchè mi ha appassionato e voglio sapere come procede, spero che la situazione si risolva. Voglio saperne di più su Raivo e sulle sue motivazioni, voglio conoscere meglio i vaivar. Voglio leggere il secondo!


Vi lascio il link di ibs: Seija - Millennio di fuoco

Autore: Cecilia Randall
Dati: 2013, 415 p., rilegato
Editore: Mondadori (collana Omnibus)

2 commenti:

  1. La tua recensione mi ha ispirato ed ora voglio leggerlo anch'io! =)
    Lo cercherò a breve =)
    Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Grazie come sempre.
      Sì dai leggilo così mi dici cosa ne pensi, sono curiosa di sapere se sono impazzita io oppure è un dittico che merita. In Raivo c'è un pochino più di love story ma non dà fastidio, anzi devo dire che è piuttosto piacevole perchè è un po' come dire...rude :D

      Elimina

Ciao!
Avete letto questo libro? Vi piace la mia recensione? Lasciatemi un commento!